Menu

 

 

 

TIPOLOGIA DELLE ANCORE

ancora stealth (senza ali)Le ancore Stealth

Le ancore “Stealth” sono disponibili in cinque tipologie di ancore che coprono una vasta gamma di richieste per ancoraggi di tipo leggero e medio.

Si possono istallare con facilità in maniera manuale o con attrezzature meccaniche semplici (compressori), risultando molto vantaggiose quando l’intervento deve essere realizzato in spazi limitati.

In generale l’accoppiamento di questo tipo di ancoraggi avviene con una fune d’acciaio tramite un cappi morbido chiuso da un manicotto di bloccaggio.

tabella riepilogativa caratteristiche ancora stealth

ancora bat (con ali)

Le ancore Bat

Le ancore “Bat” sono state specificatamente studiate per l’applicazione di carichi più elevati o per realizzare ancoraggi in strati di terreno con scarse caratteristiche meccaniche (es. terreni coesivi di tipo alluvionale).

L’accoppiamento tra queste tipologie di ancore, con il materiale responsabile di trasmettere le tensioni, si ha con un sistema a T che presenta un’elevata capacità di accoppiarsi con diverse tipologie di materiali, sia flessibili che rigidi, con la possibilità di realizzare l’assemblaggio direttamente sul posto in cui si deve realizzare l’infissione.

La gamma “Bat” prevede 4 formati ed in generale per l’istallazione risulta necessaria l’attrezzatura di maggiori dimensioni.

tabella riepilogativa caratteristiche ancora bat

 

 

MATERIALI DELLE ANCORE

ancora in lega di alluminio (A)Lega in alluminio vita utile <20 anni *

Un materiale con costo basso che offre delle buone caratteristiche meccaniche ed una buona resistenza alla corrosione nella maggior parte dei terreni comuni.

Presenta resistenze meccaniche tali che ancore di questo tipo possono essere istallate in terreni di media consistenza utilizzando anche le attrezzature d’infissione di tipo medio.

ancora in lega di alluminio anodizzato duro (HA)Lega di alluminio anodizzato duro vita utile ≈ 30 anni *

Quando l’alluminio è esposto direttamente all’atmosfera si ricopre spontaneamente di un film di ossido che lo preserva da ulteriori corrosioni (processo di passivazione).

Sfruttando un processo elettrochimico conosciuto come anodizzazione si può realizzare un rivestimento protettivo che risulti più spesso oltre che più duro e resistente alla corrosione.

ancora il ghisa sferoidale (SG)Ghisa sferoidale vita utile ≈ 60 anni *

La ghisa sferoidale è più resistente dell’alluminio anodizzato, risulta quindi più idonea per l’istallazione in terreni più duri utilizzando attrezzature medie e pesanti.

Poiché la ghisa è un materiale fragile e non potrebbe sopportare gli sforzi trasmessi dalle attrezzature d’infissione, si utilizza una forma più duttile della ghisa conosciuta come ghisa sferoidale. Le ancore sono inoltre immerse in un bagno di zinco fuso fornendo un ricoprimento che conferisce una maggiore resistenza alla corrosione.

ancora in lega di alluminio e bronzo (AB)Lega di alluminio e bronzo vita utile > 120 anni *

La lega in alluminio e bronzo viene utilizzata laddove è necessaria una lunga durata o in ambienti che risultano altamente aggressivi.

 

Le ancore il lega di alluminio e bronzo possono essere utilizzate anche quando non sono richieste applicazioni di lunga durata ma dove il terreno presenta una certa compattezza ed è richiesta per l’infissione l’attrezzatura pesante, questo perché la lega di alluminio e bronzo ha una resistenza all’urto maggiore della ghisa sferoidale.

ancore e tiranti: i prodotti schema durata delle ancore www.ntanet.it

* N.B.: La durata degli ancoraggi/accessori, dipende dal tipo di materiale con cui sono realizzati, ma soprattutto dalle caratteristiche elettrochimiche (corrosività) del suolo in cui sono installati, i valori (di durata) riportati nella presente figura sono basati su valori medi di corrosività dei terreni e quindi sono da considerarsi di carattere indicativo. Pertanto la selezione dei materiali degli ancoraggi/accessori da utilizzare nel progetto deve essere scelta attentamente seguendo i nostri consigli per ogni singola applicazione.

 

 

TERMINAZIONI INFERIORI

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoA cappio

Questo tipo di accoppiamento nella parte inferiore può essere utilizzato soltanto per le ancore che presentano un foro (modelli S2, S4, S6, S8).

Per la chiusura del cappio può essere utilizzato un manicotto d’alluminio nel caso di funi in acciaio zincato o impregnati di materiale plastico, mentre per l’acciaio inossidabile vengono impiegati manicotti in rame.

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoTerminazione a T

Il vantaggio principale di questo tipo di terminazione è dovuto alla possibilità e flessibilità che dà questo tipo di assemblaggio che può essere realizzato direttamente in cantiere al momento di realizzare l’infissione dell’ancora.

L’ancora Stealth S10 e tutti i tipi di ancoraggio "Bat" sono progettati e realizzati per un accoppiamento a T.

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoTerminazione a T + occhio

La terminazione a T + Occhio è un sistema di montaggio semplice utilizzato per accoppiare un’ancora con la terminazione a T con una fune in acciaio morbida, l’accoppiamento è possibile con funi fino a di 16 mm di diametro.

Questa terminazione è disponibile in acciaio zincato e consente di realizzare gli accoppiamenti direttamente in cantiere.

 

 

TIPOLGIA DI FUNI IN ACCIAIO

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoFuni in acciaio

Gran parte dei tiranti utilizzati per il sistema di ancoraggio è realizzato con funi in acciaio che possono essere forniti nella versione zincata, rivestita in plastica o inossidabile.

Funi in acciaio di tipo compatte

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoQuesta versione con il tirante nella versione compatta (1x19 fili) di una volta accoppiato origina un tirante con una maggiore carico ammissibile, comporta una maggiore rigidità ed un minore allungamento rispetto alle funi tradizionali utilizzate per il tirante. Usato esclusivamente con l’attacco a T è disponibile nella versione zincata o inossidabile, in generale è utilizzato per le ancore con dimensioni e carichi maggiori.

Acciaio zincato vita utile presunta <5 anni la fune e l’accoppiamento all’ancora sono realizzati in acciaio al carbonio secondo le norme bs302, din 3055 o 3060 e sono zincati per immersione in un bagno di zinco fuso.

Questo rivestimento di protezione nei normali terreni garantisce una vita utile di circa 5 anni, a parità di diametro la fune in acciaio zincato realizza dei carichi di rottura maggiori di una in acciaio inossidabile.

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoFuni in acciaio plastificato vita utile presunta ≈ 30÷40 anni la struttura della fune in acciaio a spina di pesce lascia una serie di vuoti più larghi del normale in questo tipo di funi, ciò consente di poter impregnare di polipropilene questi spazi garantendo una buona protezione dalla corrosione.

Questa tipologia di funi è disponibile fino al diametro di 10 mm e si presta per impieghi con durata media.

Funi in acciaio inossidabile vita utile presunta ≈ 120 anni le funi in acciaio inossidabile tipo aisi 316 ha la migliore resistenza alla corrosione rispetto a tutti gli altri acciai inossidabili standard nella maggior parte dei ambienti alle temperature normali ed è l'unico tipo utilizzato per i nostri tiranti da accoppiare alle ancore.

La vita utile dipende dalle condizioni locali del terreno in cui si realizza l’intervento oltre che del tipo di fune utilizzata.

 

 

ACCESSORI SUPERIORI

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoPiastre di contrasto superiori

Le piastre superiori di contrasto al carico applicato vengono utilizzate dove l'angolo d’installazione della fune è perpendicolare alla piastra stessa. Sono disponibili in acciaio inossidabile e zincato nei seguenti formati standard: 100 x 100 mm, 150 x 150 mm, 200 x 200 mm e 300 x 300 mm.

Formati differenti delle piastre d’appoggio, per soddisfare le esigenze specifiche del cliente, possono essere realizzati su ordinazione.

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoPiastra invertita autocentrante

Questa piastra è stata progettata con un incavo ed una copertura in plastica consentendo una totale mascheramento del cilindro di bloccaggio, utilizzato per serrare la fune in acciaio, realizzando alla fine una sporgenza minima oltre la superficie esterna.

Un accessorio semisferico presente all’interno consente che l’angolo di installazione della fune possa variare tra 0 e 30° sull’orizzontale.

Questo accessorio superiore è utilizzato principalmente per quei progetti dove l'aspetto estetico finale risulta fondamentale e non sono richieste sporgenze troppo pronunciate. Risulta disponibile soltanto in lega di alluminio e bronzo e nel Ø di 250 mm e Ø di 330 mm.

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoTensionatore a cricchetto

Questo accessorio è utilizzato principalmente per l’ancoraggio di condotte in cui il problema principale risulta il controllo dello spostamento e galleggiabilità, il tensionatore consente la messa in tensione degli ancoraggi impedendo al tempo stesso qualsiasi movimento della condotta. E’ fornito nella versione in acciaio zincato ed inossidabile.

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoTenditore a vite

Il tenditore a vite è usato per applicazioni tirantate, è collegato al sistema d’ancoraggio usando un accessorio rigido per la parte superiore che presenta l’asola.

Una volta che il sistema di ancoraggio è stato tensionato ed il tenditore a vite si è completamente esteso si collega alla fune di ancoraggio della struttura. Per la registrazione finale si può procedere a ruotare la parte principale del tenditore che avvicina ciascuna estremità.

In generale viene fornito in acciaio zincato, si può accoppiare con una fune con un Ø massimo di 12 mm, altri formati e materiali sono disponibili su richiesta.

 

 

Assistenza tecnica alla progettazione

La commercializzazione di prodotti è solo una delle componenti del servizio che la N.T.A. srl (Nuove Tecnologie Ambientali) fornisce. Possiamo infatti provvedere, tramite il Ns ufficio tecnico, all’assistenza tecnica in ogni fase del progetto per permettere ai Ns clienti di fare il miglior uso dei materiali impiegati, mettendo a disposizione voci di capitolato, analisi prezzi, capitolati speciali di appalto, disegni esecutivi con calcoli e relazioni sulle applicazioni con i Ns materiali.

La N.T.A. srl è in grado di supportare tecnicamente, con idonei programmi di calcolo e tecnici qualificati, la scelta più adeguata dei materiali e tecnologie per la realizzazione delle soluzioni più idonee oltre che dal punto di vista tecnico anche per quanto riguarda l'aspetto economico ed ambientale nonchè realizzativo e di sicurezza.

Per eventuali collaborazioni in progettazioni esecutive, in cui possono essere coinvolti direttamente i tecnici del nostro staff, si è disponibili ad esaminare le Vs proposte per una proficua collaborazione tra professionisti.

 

Servizio informazioni

Sono inoltre disponibili pubblicazioni, manuali, documentazione tecnica, guide per la posa in opera dei materiali e depliants in modo tale da fornire un supporto completo alla progettazione ed alla realizzazione dei lavori.

Per informazioni dirette, eventuale materiale aggiuntivo o confronto su problematiche potete contattarci tramite E_mail o direttamente via telefono al numero 091/8113890 dal lunedì al venerdì in orario di ufficio (9:00-13:00 ÷ 15:00-19:00).

 

 

 

 

Go to top