Menu

 

 

Per tutti i sistemi di ancoraggio Platipus®, dal più piccolo S2 al più grande B10, l’installazione si realizza sempre in tre fasi e sempre a percussione. La metodologia d’istallazione può essere suddivisa in tre tipologie: leggera, media e pesante.

 

 

Ifasi di posa in opera (infissione emessa in esercizio) con attrezzatura leggeraSTALLAZIONE LEGGERA

Gli ancoraggi compatibili con un'installazione a percussione di tipo leggero possono essere infissi generalmente a mano o usando un martello a percussione manuale molto leggero, gli ancoraggi Stealth più piccoli, tipo S2 ed S4, normalmente possono essere messi in tensione a mano. Gli ancoraggi Stealth più grandi, tipo S6 ed S8, richiedono solitamente un sistema di tensionamento, nella direzione del carico da applicare, almeno di tipo meccanico.

Fase 1 – Infissione dell'ancoraggio

Si infigge il sistema d’ancoraggio nel terreno alla profondità richiesta dall’istallazione tramite le opportune aste d’infissione.

Fase 2 - Rimozione delle aste d'infissione

Rimozione manuale delle aste utilizzate per l’infissione.

Fase 3 – Tensionamento

Messa in tensione dell’ancoraggio nella posizione di funzionamento applicando un carico alla fune che funziona da tirante.

 

 

 

ISTALLAZIONE MEDIA

fasi di posa in opera (infissione emessa in esercizio) con attrezzatura media

Gli ancoraggi tipo S10, B4 e B6 sono collocati generalmente con un sistema d'installazione a percussione di media potenzialità. Questi ancoraggi richiedono martelli a percussione manuali di tipo idraulico più potenti. Il tensionamento è realizzato usando un corredo di tensionamento idraulico idraulico manuale in grado di realizzare carichi fino a 100 kN.

Dove le tipologie di suolo sono più dure o bisogna istallare grandi quantità di ancoraggi questo tipo di attrezzatura può essere utilizzata anche per la posa degli ancoraggi topo S6 e S8.

Fase 1 – Infissione dell'

 

ancoraggio

Si infigge il sistema d’ancoraggio nel terreno alla profondità richiesta dall’istallazione tramite le opportune aste d’infissione.

Fase 2 - Rimozione delle aste d'infissione

Rimozione manuale delle aste utilizzate per l’infissione o con l’ausilio del martello utilizzato per l’infissione.

Fase 3 – Tensionamento

Messa in tensione dell’ancoraggio nella posizione di funzionamento applicando un carico alla fune che funziona da tirante.

 

 

 

ISTALLAZIONE PESANTE

fasi di posa in opera (infissione emessa in esercizio) con attrezzatura pesante

Gli ancoraggi tipo B8 e B10 sono collocati generalmente con un sistema d'installazione a percussione di tipo pesante. In questo caso l’infissione si realizza utilizzando un escavatore di tipo gommato o cingolato dotato di martello a percussione, il tensionamento è realizzato utilizzando un corredo di maggiore potenza in grado di fornire tensionamenti fino a 200 kN.

Dove le tipologie di suolo sono più dure o bisogna istallare grandi quantità di ancoraggi questo tipo di attrezzatura può essere utilizzata anche per la posa degli ancoraggi S10, B4 e B6.

Fase 1 – Infissione dell'ancoraggio

Si infigge il sistema d’ancoraggio nel terreno alla profondità richiesta dall’istallazione tramite le opportune aste d’infissione.

Fase 2 - Rimozione delle aste d'infissione

Rimozione meccanica delle aste utilizzate per l’infissione con l’ausilio del braccio dell’escavatore utilizzato per l’infissione.

Fase 3 – Tensionamento

Messa in tensione dell’ancoraggio nella posizione di funzionamento applicando un carico alla fune che funziona da tirante.

 

 

 

ATTREZZATURA PER L’ISTALLAZIONE

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoAste d'infisione

Le aste d’infissione utilizzate per l’installazione dei nostri sistemi d’ancoraggio sono prodotte da barre d'acciaio trattate termicamente. La parte terminale dell’asta è tornita per poter essere inserita negli ancoraggi nella gamma di ancoraggi “Stealth”. La testa superiore è disponibile in due versioni adatti per la posa manuale tramite mazze o per l'installazione tramite percussione con martello alimentato idraulicamente.

Per la posa manuale la testa dell’asta viene realizzata arrotondata, mentre per la posa con martello meccanico a percussione sono disponibili due tipologie:

1) asta unica comprendente sia l’attacco all’ancora che al martello per infissioni a profondità limitate;

2) per profondità d’infissione elevate l’asta può essere realizzata da più parti, composte sempre da un tratto iniziale che garantisce l’accoppiamento con l’ancora, un certo numero di aste di prolungamento filettate da accoppiare tramite manicotti di prolungamento anch’essi filettati, un’asta di accoppiamento al martello a compressione.

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoMartelli e centralina di alimentazione

La centrale di alimentazione è usata per fornire potenza ai martelli a percussione di tipo idraulico e le unità tensionamento. Ha un'uscita di 30 LPM (8gpm) e una pressione di 2000 PSI (140 bar), valori minori di questi limiteranno considerevolmente le prestazioni.

La scelta corretta della centrale di alimentazione dipenderà dalle dimensioni dell'ancoraggio e dalla tipologia del terreno in cui realizzare l’infissione. Un martello di 20-25 kg è solitamente sufficiente installare gli ancoraggi di Stealth, mentre un martello di 35-40 kg è richiesto normalmente per installare gli ancoraggi del tipo BAT. L'efficienza della centrale di alimentazione e del martello determinerà il tempo dell'installazione del sistema d'ancoraggio.

Attrezzature per l'estrazione delle aste

Nella maggior parte delle situazioni le aste d’infissione singole e le aste multiple possono essere estratte facilmente dal terreno manualmente, occasionalmente tuttavia, si possono presentare delle difficoltà. Sono stati messi a punto una serie di attrezzature per rendere il processo di rimozione rapido e semplice.

 

 

 

ATTREZZATURA DI TENSIONAMENTO

il sistema di ancoraggio Platipus è stato messo a punto per poter realizzare degli ancoraggi nei terreni sciolti senza la necessità di preforoIl gancio

Il gancio è un’attrezzatura molto semplice utilizzato per mettere in tensione rapidamente e manualmente i sistemi di ancoraggio leggeri. Il gancio si accoppia con il cappio presente nella fune accoppiata all’ancora, tirando la maniglia l’ancora ruoterà ed andrà in tensione. Per permettere a due operatori di applicare un maggiore carico all’interno della maniglia del gancio può essere posizionata un’asta che aumenta la zona di presa.

Tensionatore meccanico

E’ una attrezzatura meccanica manuale che consente un tensionamento di sistemi fino a 15 kN e con inclinazioni possibili di 90, 60 e 45°. Utilizzato con un dinamometro in linea consente di misurare esattamente la tensione applicata.

Tensionatore idraulico

L’unità di tensionamento idraulico è progettata per sottoporre i sistemi di ancoraggio a carichi fino a 35 kN, sono disponibili corredi completi dotati di pompe idrauliche per realizzare prove di carico e tensionamenti fino a 200 kN.

 

 

Assistenza tecnica alla progettazione

La commercializzazione di prodotti è solo una delle componenti del servizio che la N.T.A. srl (Nuove Tecnologie Ambientali) fornisce. Possiamo infatti provvedere, tramite il Ns ufficio tecnico, all’assistenza tecnica in ogni fase del progetto per permettere ai Ns clienti di fare il miglior uso dei materiali impiegati, mettendo a disposizione voci di capitolato, analisi prezzi, capitolati speciali di appalto, disegni esecutivi con calcoli e relazioni sulle applicazioni con i Ns materiali.

La N.T.A. srl è in grado di supportare tecnicamente, con idonei programmi di calcolo e tecnici qualificati, la scelta più adeguata dei materiali e tecnologie per la realizzazione delle soluzioni più idonee oltre che dal punto di vista tecnico anche per quanto riguarda l'aspetto economico ed ambientale nonchè realizzativo e di sicurezza.

Per eventuali collaborazioni in progettazioni esecutive, in cui possono essere coinvolti direttamente i tecnici del nostro staff, si è disponibili ad esaminare le Vs proposte per una proficua collaborazione tra professionisti.

 

Servizio informazioni

Sono inoltre disponibili pubblicazioni, manuali, documentazione tecnica, guide per la posa in opera dei materiali e depliants in modo tale da fornire un supporto completo alla progettazione ed alla realizzazione dei lavori.

Per informazioni dirette, eventuale materiale aggiuntivo o confronto su problematiche potete contattarci tramite E_mail o direttamente via telefono al numero 091/8113890 dal lunedì al venerdì in orario di ufficio (9:00-13:00 ÷ 15:00-19:00).

 

 

Go to top